mercato-auto
Credit: GettyImages

Il mercato delle auto nuove nel 2019

Ha chiuso sugli stessi livelli del 2018, ma non è stato affatto la copia del precedente. I dati di Fleet&Mobility

Il 2019 è stato un anno ricco, di fatti se non tanto di macchine. Alla fine, ha chiuso esattamente sui livelli del 2018, ma non è stato affatto la copia del precedente.

COSA È SUCCESSO

Innanzitutto, le case hanno alleggerito abbastanza la pressione sui km zero, che andava avanti ormai da tre anni e aveva gonfiato a dismisura lo stock dei concessionari (leggasi indebitamento). Nonostante un certo ritorno verso la fine dell’anno, dovuto alla necessità di targare auto che da gennaio avrebbero pesato troppo, in termini di emissioni, nel calcolo delle multe, sono stati 46.000 in meno i km0 venduti rispetto all’anno precedente: un calo di circa un quarto. Non poco.

Peccato che le immatricolazioni dei privati siano state esattamente uguali a quelle del 2018, segnalando in pratica una certa flessione nella domanda. Che significa? Significa che se si immettono sul mercato 46.000 auto a km0 in meno, che poi sarebbero state comunque acquistate come usato dai privati in cerca di un’auto nuova, vuol dire che quel serbatoio di domanda ha assorbito comunque 46.000 auto in meno dell’anno precedente: più o meno il 4%.

EFFETTI DEL BONUS/MALUS

L’altra grande area di novità è stata l’operazione bonus/malus del Governo, partita a marzo.

Doveva incentivare le vendite di auto a basse emissioni, elettriche e ibride. Effettivamente, le vendite di auto ibride, incluso quelle plug-in, sono cresciute del 33%. L’anno prima, senza incentivi, erano cresciute appena del 30%. Quelle elettriche pure sono aumentate del 110%, mentre l’anno precedente avevano segnato un incremento del 150%.

Ma parliamo di quantità talmente esigue che certe percentuali sono plausibili.

LA VERITÀ

La verità è che, come era stato ampiamente spiegato al Governo al tavolo tecnico convocato appositamente, a cui ero presente, quelle vendite sarebbero cresciute comunque, anche senza incentivi.

Incentivi che, per essere finanziati, hanno spinto a penalizzare le vendite di vetture con emissioni di CO2 superiori a 160 gr/km. Vendite che invece pure sono aumentate, di oltre il 10%.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

RESTA AGGIORNATO SU
TUTTE LE NOVITÀ DI
AGOS PARTNER

linkedin logo